La Tessera del Tifoso diventa obbligatoria

A partire dalla stagione calcistica 2010/2011 sarà obbligatorio possedere la cosiddetta “tessera del tifoso” (valida in tutti gli stadi senza distinzione tra i vari campionati nazionali) se si vorrà sottoscrivere un abbonamento per assistere alle partite “in casa” della propria squadra e per accedere ai settori ospiti nel caso la si seguirà in trasferta. Da sottolineare, tuttavia, che resterà comunque possibile acquistare un biglietto nominativo per gli altri settori dello stadio pur non essendo titolari di alcuna tessera. Anche i club dovranno fare la loro parte, con la  realizzazione negli impianti delle strutture accessorie all’utilizzo della tessera: corsie dedicate, telepass, adeguamento dei varchi, etc.. Per capire meglio cosa sia la “tessera del tifoso”, come si richieda e avere tutte le informazioni su di essa, si può consultare il sito dell’ Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, che fa capo al Ministero dell’Interno.

Annunci

Effetti del terrorismo aereo

(ASCA) – Roma, 31 dic – Alitalia, a causa delle misure aggiuntive di sicurezza applicate per i voli in partenza per gli Stati Uniti, raccomanda ai passeggeri in partenza per gli USA di presentarsi ai banchi di accettazione almeno 3 ore prima l’orario previsto del volo. La compagnia raccomanda inoltre di presentarsi per tempo alle uscite di imbarco e di ridurre al minimo indispensabile il bagaglio a mano. Al momento del check-in, Alitalia offrira’ comunque a tutti i passeggeri la possibilita’ di imbarcare in stiva il bagaglio a mano senza alcun costo anche nel caso in cui tale bagaglio dovesse eccedere la franchigia consentita.

Per maggiori informazioni consultare il sito Internet www.alitalia.it.

com-sen/mcc/ss

Quando nel nostro Paese non poteva voltare le spalle agli Albanesi

La coerenza di chi propone e vota leggi per la sicurezza.

La tragedia (albanese) si compì nel canale di Otranto nel marzo 1997. Una vera e propria strage: gli albanesi a bordo della nave Kater i Rader – una motovedetta su cui tentavano la fuga dall’Albania oltre cento bambini, uomini e donne – naufragò in seguito allo speronamento della nave della marina militare Sibilla. Solo 37 i superstiti.

L’allora capo dell’opposizione disse parole chiare e sparse lacrime per gli albanesi.

Roma, 10 apr. – (Adnkronos) – Silvio Berlusconi invita gli italiani a mettere a disposizione le proprie abitazioni e non si tira indietro: lui stesso offrira’ alcune delle sue case per gli sfollati del terremoto dell’Abruzzo. Ma non e’ la prima volta che il presidente del Consiglio si lascia andare alle lacrime. E’ successo anche nel 1997, e anche allora si era sotto Pasqua, quando il Cavaliere pianse di fronte ai profughi albanesi vittime del naufragio della motovedetta ‘Kater I Rades’.

Il 27 marzo del ’97 nel Canale d’Otranto la ‘Kater I Rades’ entra in collisione con la corvetta della Marina militare ‘Sibilla’, affondando in un tratto di mare di 800 metri di profondita’. A bordo c’erano 130 persone, 35 i superstiti recuperati. Il giorno di Pasqua, Berlusconi (all’epoca non era presidente del Consiglio) vola a Brindisi, dove sono riuniti i profughi, e ‘adotta’ otto persone, di cui 4 bambini.

(ASCA) – Roma, 13 mag – I respingimenti degli immigrati clandestini sono ”in linea totale con le direttive europee, con il diritto internazionale e con la legge italiana. Tutto il resto sono chiacchiere”. Lo ha affermato il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, interpellato alla Camera.

”C’e’ un’agenzia dell’Onu in Libia – ha aggiunto il premier – e chi vuole venire qui e chiedere di essere accolto perche’ ne ha i requisiti, si reca all’agenzia dell’Onu in Libia e li’ avra’ la ricezione del nome. Va ricordato che la Libia ha avuto negli ultimi tempi la presidenza del consiglio dell’Onu per i diritti umani”.