Bambini bilingue. Insegnare una seconda lingua ai propri figli

Viviamo in una società sempre più multietnica e plurilinguistica. L’importanza di conoscere almeno un’altra lingua oltre la propria è oramai fondamentale, per trovare lavoro, certo, ma anche nella vita di ogni giorno. Consapevoli di ciò, molti genitori ritengono opportuno rendere bilingue i propri figli, cercando di insegnare loro una lingua straniera già in tenera età. Che un bambino sia figlio di persone di nazionalità diverse oppure o no, fare in modo che un piccolo impari fin da subito due lingue è, in ogni caso, un vantaggio notevole.

Nel 2007, una donna italiana, che oggi parla diverse lingue straniere, avendo vissuto un po’ in tutta Europa, ha avuto un bambino con un uomo inglese. Rientrata in Italia, ha deciso di educare suo figlio bilingue, e ha iniziato a parlargli, a leggergli, e a cantargli canzoni in Inglese. Giorno dopo giorno, osservava come il bambino reagiva a questa lingua, e come poi cominciava anche a parlarla. Il fenomeno l’affascinava, ma aveva tanti dubbi e nessuno con cui parlarne. Così, ha deciso di creare un blog, Bilingue Per Gioco, da condividere con genitori con le sue stesse esperienze. Bilingue Per Gioco è davvero interessante, non presenta lezioni, né video, né dizionari, ma dà una serie di utili suggerimenti per insegnare una seconda lingua ai bimbi. Spiegazioni, quindi, ma anche consigli, guide, articoli, discussioni, testimonianze, link … e decine di dritte su come poter trasformare l’apprendimento in un gioco, quindi più divertente, agli occhi di un bambino.

Annunci