Compilazione 730: programma gratuito per la dichiarazione

Milioni di italiani sono, come ogni anno, alle prese con la dichiarazione dei redditi. Internet può facilitare il compito con la possibilità di scaricare gratuitamente il software per la compilazione guidata del modello 730. Inoltre, dal sito dell’Agenzia delle Entrate, i modelli 730 e le istruzioni necessarie per la compilazione.

Link:

software gratuito 730 (Microsoft)

Annunci

Da oggi Volvo è cinese

L’acquisizione era già prevista da mesi, ma è stata siglata oggi a Stoccolma, per un valore di 1,8 miliardi di dollari. Questa la cifra pagata dal produttore privato di automobili cinese Zhejiang Geely.

Per le fabbriche di Volvo in Svezia e Belgio non cambia molto: Geely ha promesso di non delocalizzare e di mantenere inalterata la produzione.

Ma per la Cina questo passaggio rappresenta un grande salto di qualità, anche culturale: l’irruzione in un mercato importante, come quello dell’auto, con prodotti dalla sicura tradizione europea.

Ora Legale, lancette avanti di un’ora

L’ora legale entra in vigore alle 02.00 dell’ultima domenica di marzo, per cui bisogna spostare le lancette degli orologi avanti di un’ora, come stabilito da un decreto della Presidenza del Consiglio. L’entrata in vigore dell’ora legale riguarda tutti i Paesi dell’Unione Europea e durerà fino all’ultima domenica del prossimo ottobre, giorno in cui si tornerà all’ora solare. Le principali ragioni che determinano il ritorno all’ora legale sono due: da un lato questa misura consentirebbe risparmi energetici, poiché centrando una parte rilevante delle attività durante le ore di luce solare, si ridurrebbe il ricorso all’illuminazione artificiale; dall’altro i cittadini ne trarrebbero beneficio potendo godere di un maggior numero di ore di luce naturale.

Alcuni link:

Come funziona l’ora legale

L’ora legale in Italia

Ora legale pro e contro

Ora legale (Wikipedia)

Ora esatta e fusi orari

Zimbabwe: il controllo della aziende passarà ai cittadini “indigeni”

Il governo dello Zimbabwe ha annunciato l’applicazione di una legge sull’ “indigenizzazione” che prevede la cessione del controllo (almeno il 51% del pacchetto azionario) di tutte le imprese di capitale sociale maggiore di 500.000 dollari a cittadini di etnia africana. La legge, approvata nel 2008, quando il Parlamento era sotto il controllo del presidente Robert Mugabe, si applica ai residenti “indigeni” e ai loro figli nati dopo l’indipendenza dalla Gran Bretagna, raggiunta nel 1980, ed esclude di fatto la minoranza bianca del Paese.
Le aziende avranno 45 giorni per mettersi in regola e, in caso di inadempienza, le pene previste arrivano a 5 anni di carcere. Anche gli investitori esteri dovranno rispettare una “quota di potere indigeno”.

Cinesi in crisi a Prato

(ANSA) – PRATO 31 GEN – La crisi pesa anche sulle imprese cinesi del distretto pratese. Negli ultimi 6 mesi e’ negativo (-218) il saldo fra ditte avviate e cessate. Gran parte dei 10.800 cinesi residenti in citta’, per la maggior parte operai nelle ditte d’abbigliamento, sono stati licenziati e riassunti con forme alternative di contratto. Un quinto degli occupati nell’abbigliamento – per il 96% nati in Cina – in un anno ha cambiato piu’ di un lavoro.Il tempo determinato fra i cinesi e’ cresciuto del 1.700% in 12 mesi.

Guide pratiche per “come fare”

Come preparare la paella dei Caraibi, come curarsi con l’ancusa officinalis, come risparmiare facendo la spesa, come studiare meglio, come far dormire bene un neonato…..Una vasta gamma di “come fare” tutta raccolta in un unico sito web completamente in italiano: Saperlo.it. Le guide sono classificate in base a categorie specifiche: Affari e finanza, Animali domestici, Arte e cultura, Auto e moto, Bellezza e stile, Casa e giardino, Computer e Internet, Elettronica di consumo, Gravidanza e genitori, Mangiare e bere, Relazioni e famiglia, Salute, Sport, Viaggi. Ogni guida è realizzata dagli utenti-redattori, per cui chiunque abbia dei suggerimenti e voglia spiegare come poter fare qualcosa è invitato a partecipare. I contenuti sono vagliati attentamente e poi pubblicati sul sito.

Margini per una riduzione strutturale della spesa

https://i2.wp.com/www.comicomix.com/images/Giornalettismo/Template/Urlo_Tremonti1.jpg

Si parla di taglio delle tasse. Bene. Ma dove tagliare? Non mi piacciano molto le frasi ermetiche. Cosa si vuole ridurre?

Da Libertiamo:

– Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del PdL:

“Per ritrovare la via della crescita, dopo la crisi ma soprattutto dopo quindici anni di stagnazione, l’Italia ha bisogno di una robusta riduzione del carico fiscale, per eliminare un potente disincentivo al lavoro e all’investimento. E’ quindi molto positivo  e lungimirante che Silvio Berlusconi abbia annunciato l’impegno del Governo ad un piano di riforma fiscale che possa portare alle due aliquote Irpef del 23 e del 33 per cento, come già prevedeva la riforma Tremonti del 2003. Questo può e deve essere l’obiettivo di questa legislatura, e bene ha fatto il premier a indicare la riforma fiscale come quella prioritaria.

Abbattere la pressione fiscale senza danneggiare la tenuta dei conti dello Stato è possibile, perché nel bilancio pubblico vi sono i margini per una riduzione strutturale della spesa e perché – come prevede il programma elettorale del PdL – a questo si può accompagnare un piano di abbattimento del debito pubblico attraverso la valorizzazione e la collocazione sul mercato di una quota importante di patrimonio pubblico”.