Prima gli italiani?

Mentre non ci sono remore a prendere soldi da Putin per confondere le acque si può dire che in Cina non c’è mercato.

Salvini e Di Maio due brave massaie

Se spendi meno soldi di quanto hai previsto e fai le stesse cose che ha promesso alla tua famiglia sei sicuramente una brava massaia.

Se sei un politico e vuoi spendere una cifra per realizzare il tuo libro dei sogni e man mano ti accorgi che ti servono meno soldi per quel libro, allora stavi sognando o hai fatto la cresta. In fondo non spendi soldi tuoi e della tua famiglia. Stai solo capendo che avevi fatto male i conti e adesso ti avanzano soldi. Tra poco ci dirai che hai un tesoretto!? Siamo già pronti a sentirci più ricchi e magari riempiremo pure i ristoranti per festeggiare.

Se sei Salvini o Di Maio inoltre non hai nessuna preoccupazione. Il compitino te l’hanno scritto a Bruxelles, l’hanno scritto fior di tecnici assistiti da professori universitari che hanno contato euro su euro. Così a te non rimarrà che prenderti il merito per aver risparmiato, da brava massaia.

Sovranismo. Atto secondo

Eravamo abituati ad estenuanti trattative a Palazzo Chigi per scrivere la legge finanziaria. Lo scontro finale era quasi sempre riservato al mercato notturno della maratona in cui Governo e sindacati si spartivano le spoglie del Paese e ipotecavano il futuro dei pronipoti.

Da oggi cambiamo spartito. Sindacato: non pervenuto. Governo: trasferito armi e bagagli a Bruxelles per (ri)scrivere la manovra. Con buona pace di ogni sovranismo presente e speriamo futuro.