Ecco la nuova frontiera della lotta sindacale: dallo sciopero al suicidio per lo stipendio


Sicuramente Foxconn non farà scuola. Ma ha aperto una nuova frontiera al disagio nel mondo del lavoro. Dopo gli scioperi, il suicidio. E, cinicamente, il salario cresce del 70% (per chi rimane).

(Rainews24) – Foxconn, la società taiwanese che ha registrato una serie di suicidi nei suoi stabilimenti cinesi di Shenzhen, aumenterà da primo ottobre gli stipendi di quasi il 70 per cento. Lo ha annunciato la stessa Foxconn Technology Group, l’azienda che fornisce componenti elettronici per aziende come Apple, Hewlett-Packard e Dell.

L’annuncio arriva dopo che, in cinque mesi, si erano suicidati una decina di dipendenti nella fabbrica di Shenzhen; un’ondata di suicidi che aveva fatto puntare i riflettori sulle terribili condizioni di vita degli operai.

L’annuncio è stato dato con un comunicato dallo stesso fondatore Terry Gou.

Gli stipendi mensili degli operai che lavorano nelle aziende di Foxconn Technology situate a Shenzhen passeranno 1.200 a 2.000 yuan (290 dollari).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...