Le teletruffe di Wanna Marchi e figlia diventano fiction. Ma ce n’era davvero bisogno?!


 

Evidentemente il mondo della fiction italiana era un po’ a corto di idee originali, visto che ha deciso di ricorrere a fatti e personaggi che, proprio in TV, hanno compiuto discutibili abusi. Così, “La strega della TV: Wanna Marchi“, libro inchiesta del 2009 di Stefano Zurlo diverrà una miniserie televisiva realizzata dalla Albatross per la Rai. I personaggi principali, di cui ancora non si conoscono gli interpreti, sono, ovviamente quelli coinvolti nei noti misfatti: Wanna Marchi, sua figlia Stefania Nobile, il mago Mario Pacecho Do Nascimento e altre figure che, direttamente o indirettamente, sono state travolte dagli eventi. Le teletruffe di madre e figlia, che tentavano di vendere amuleti, portafortuna, sali magici e quant’altro, in cambio di forti somme di denaro, tornano, pertanto, sul piccolo schermo, ma chiaramente sotto altra forma. L’ennesima docu-fiction, questo l’intento, probabilmente. Ma viene da chiedersi: ce n’ era davvero bisogno?!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...