“IN LOMBARDIA UNA TOMBA E UN NOME ANCHE PER I FETI ABORTITI CON LA RU486”


(Cnr Media)  – In Lombardia  ai feti abortiti con la pillola RU486 potrà essere dato un nome e portranno essere sepolti. Lo prevede una legge regionale approvata nel 2007. Unica tra le regioni italiane, infatti, la Lombardia ha cambiato la legge sulla tumulazione dei bambini non nati e anche degli embrioni. Mentre nel resto d’Italia un feto, per legge, deve essere sepolto solo se ha raggiunto le 28 settimane, in Lombardia è previsto che anche un embrione di poche settimane debba seguire un iter diverso: la madre, se vuole, può richiederne il seppellimento in un cimitero. Altrimenti, tutti, vengono portati dagli ospedali in appositi luoghi dove vengono prima conservati e poi cremati. A confermarlo a CNRmedia, funzionari della Regione, del Comune e delle Aziende Ospedaliere. A Milano i feti vengono trasferiti al cimitero di Lambrate dove, dopo 30 giorni di conservazione, vengono poi inceneriti.

One thought on ““IN LOMBARDIA UNA TOMBA E UN NOME ANCHE PER I FETI ABORTITI CON LA RU486”

  1. Pingback: “IN LOMBARDIA UNA TOMBA E UN NOME ANCHE PER I FETI ABORTITI CON LA RU486″ | Feedelissimo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...