Quella Lega che genera confusione a Roma


L’affermazione della Lega è un dato oggettivo. Previsto, molto prevedibile e ora reale. Un successo che viene da lontano; ha radici profonde. Ma di quale Lega parliamo? Di quella che a Roma decreta e accentra o di quella locale che cura gli interessi del posto?

(IRIS) – ROMA, 30 MAR – “Da una prima lettura del decreto legge n.40, noto come decreto incentivi, il cui testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale venerdì scorso, si rileva che la modifica apportata all’art. 6 del Testo Unico dell’edilizia (DPR n. 380/2001) è identica a quanto già contenuto nel disegno di legge ‘Disposizioni in materia di semplificazione dei rapporti della PA con cittadini ed imprese e delega al Governo per l’emanazione della carta dei doveri delle amministrazioni pubbliche’ ed avevamo già detto una cosa semplice nel confronto con il Governo: più che semplificare genera confusione”.

Così Roberto Reggi, Sindaco di Piacenza e responsabile ANCI per le Infrastrutture.

“La norma – spiega Reggi – prevede infatti all’art. 5 che si possono eseguire alcuni interventi edilizi senza Denuncia di inizio attività (DIA) e quindi senza alcun titolo abilitativo. Ma dal momento che la norma ‘si applica salvo più restrittive previsioni previste dalla disciplina regionale e dagli strumenti urbanistici’, in molte Regioni non si può applicare in quanto già previste dalle specifiche normative regionali; nelle altre Regioni invece occorre verificare i singoli regolamenti comunali”.

“Abbiamo avuto modo di sottolineare nel confronto con il Governo – aggiunge – che semplificare non significa attribuire direttamente ai cittadini la responsabilità di dichiarare se l’opera è o non è conforme perché, basta una sottovalutazione di aspetti tecnici, ed è possibile compromettere anche la stabilità degli edifici. I Comuni quindi sono costretti o ad un ampliamento dell’attivita’ di vigilanza o a restringere con Regolamento Comunale quanto gia’ previsto dalla norma”.

“L’unico effetto che produrrà questa norma – conclude Reggi – è una proliferazione di altri strumenti normativi, atteso che i Comuni sono chiamati a salvaguardare il patrimonio edilizio e la sicurezza dei cittadini”.

Autore: Red

One thought on “Quella Lega che genera confusione a Roma

  1. Pingback: Quella Lega che genera confusione a Roma | Feedelissimo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...