Siamo tutti mafiosi


Repubblica, forse per non farsi soffiare la notizia da Il Fatto Quotidiano, portavoce ufficioso delle italiche procure, ha diffuso la notizia dell’inchiesta per associazione esterna all’associazione mafiosa a carico del fratelli Lombardo (uno è quello famoso, Presidente della Regione Sicilia, l’altro è suo fratello). Va bene. Per Cuffaro è andata come sappiamo (e come sapremo). Per Lombardo si parte ora ma il traguardo si presume uguale.

Impossibile celare il più profondo sconcerto. La sorte delle istituzioni è segnata da percorsi tutt’altro che limpidi. Ma che dire? Per fare il Presidente di Regione in Sicilia bisogna per forza essere mafiosi o collusi?

(Indymedia) – La bella politica, dei politichesi del centrodestra in meridione…

Il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e suo fratello, Angelo, parlamentare nazionale del Movimento per l’autonomia sono indagati dalla Procura della Repubblica di Catania per concorso esterno all’associazione mafiosa. Secondo l’accusa avrebbero avuto contatti con Vincenzo Aiello, arrestato l’8 ottobre del 2009 da carabinieri, e indicato come uno dei boss vicini al capo mafia ergastolano Benedetto Santapaola.

La notizia, riportata dal quotidiano La Repubblica, ha trovato conferme in ambienti giudiziari qualificati.

Nell’inchiesta è indagato anche il parlamentare regionale dell’Udc Salvino Fagone. Agli atti dell’indagine ci sarebbero intercettazioni telefoniche e ambientali dei carabinieri del Ros e le dichiarazioni di un pentito.

IdV all’attacco
“Se le notizie pubblicate da
La Repubblica venissero confermate, riteniamo
doveroso che il Presidente della Regione Lombardo abbia la sensibilita’ nonche’ la responsabilità  istituzionale di dimettersi”, commentano il sen. Fabio Giambrone, commissario regionale siciliano di Italia dei Valori, e l’on. Leoluca Orlando, portavoce nazionale del partito.

INOLTRE SI REGISTRA UNA FORTE DIMINUZIONE DELL’ELETTORATO, CHE HA PREFERITO ASTENERSI, DANDO UN GRANDE SEGNALE DELLA CRISI RAPPRESENTATIVA DELLA POLITICA “BORGHESE”.

A meta’ circa delle rilevazioni (2.513 comuni su 5.068) pervenute al Viminale, la percentuale di affluenza alle urne alle ore 22 per le regionali va attestandosi intorno al 47%, in calo di circa 9 punti rispetto alle regionali del 2005.

2 thoughts on “Siamo tutti mafiosi

  1. Pingback: Siamo tutti mafiosi | Feedelissimo

  2. Pingback: Mafia? Ecco i nomi! « Loriscosta's Weblog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...