La Rai telefona allo staff di Santoro


Stavolta si è passato il limite. O Garimberti interviene o deve andarsene.

(IRIS) – ROMA, 25 MAR –  “Abbiamo notizie di telefonate al gruppo di lavoro di Santoro da parte di dirigenti Rai che vogliono sapere cosa stanno facendo i collaboratori ricordando l’obbligo di esclusiva”.

E’ quanto ha detto al Paladozza di Bologna il presidente dell’Fnsi Roberto Natale intervenendo al microfono poco prima che si accendessero le telecamere di ‘Raiperunanotte’.

“Ricordi bene la Rai, la vergognosa Rai di questi giorni che questa è un’iniziativa sindacale – prosegue Natale – e non si azzardino a pensare a provvedimenti, pensino piuttosto alle scandalose telefonate del direttore generale”.

Il riferimento è alle intercettazioni relative all’inchiesta sul caso Rai- Agcom.

Autore: MaVi

Annunci

17 thoughts on “La Rai telefona allo staff di Santoro

  1. va avanti santoro,nessuno intacchera’ le nostre idee,difenderemo la liberta’fino alla fine!!!!!!!!!!!! x berlusca e’ questione di poco ,se lo vogliamo possiamo sconfiggere lui e mandare a casa a calci in culo tutti i suoi adepti.

  2. Una manifestazione organizzata in una settimana…. Non faccio numeri…non serve… Le meraviglie non hanno bisogno… E’nato un nuovo mezzo d’informazione…. Molto piu’ democratico di qualsiasi pezzo televisivo o radiofonico o di stampa…. Complimenti!

  3. ieri sera vedendo il programma di Santoro ho avuto la sensazione di vedere un film degli anni quaranta, quando la tv non c’era, e chi mostrava dissenso verso il potere costituito ascoltava messaggi in codice o tramite radio clandestine. Ad alcune persone può sembrare eccessivo, ma ascoltando le interviste dell’inviato di Santoro (bel coraggio!) ai manifestanti a San Giovanni ho capito quale rischio corra la nostra democrazia, non solo Santoro è costretto a parlare fuori dalla tv pubblica, ma anch’io se non la penso allo stesso modo di chi governa potrei correre rischi seri, tale è l’esasperazione tra la gente alimentata dal populismo e dalle falsità.
    Le dittature di qualsiasi colore politico nascono quando il popolo, oppresso da problemi economici e sociali viene cloroformizzato da politici senza scrupoli che approfittano dell’ignoranza delle persone per creare divisioni e quindi instaurare un regime asservito ai loro poteri ed interessi.

  4. Molto prima di questa trasmissione avevo già avuto la netta convinzione che vivevamo in un Paese meno libero. Ormai il disegno mafioso e piduista ha fatto molta strada, specialmente a livello istituzionale, e mi sa che quella “rivoluzione” accennata nel programma, sia l’unico rimedio per porre fine a questo stato di cose. Confidiamo nella Magistratura e, perché no, delle Forze dell’Ordine, per arginare questa decadenza.

  5. Se è triste che i servi sciocchi del padrone si prestino a tutto pur di compiacerlo, desta invece preoccupazione questo nuovo strisciante regime.
    Non dobbiamo permettere che qualcuno ci impedisca di ragionare con la nostra testa o di scegliere liberamente il programma che vogliamo vedere.
    Risvegliamo, fin quando siamo in tempo, le nostre coscienze e sosteniamo tutti quelli che hanno il coraggio di dire no al regime.

  6. Santoro, – 10- 100- 1000 – Santoro e non ne aggiungo altri perchè il calendario non mi da la possibilità Santoro va visto TRE volte al giorno possibilmente dopo i pasti per digerire le stronzate di berlusca, vai avanti!!!!!!!!

  7. che vergogna vietano programmi che sono piu belli e piu sinceri e cn parlano di cosse come sono vere.psicopatico nano degno compare di putin. mi chiedo come si puo votare per lui .taliani svegla nano vi prende per il cullo. ho visto programa complimenti e bellisssssiiiiimmmmmooooo

  8. Masi ha gettato la maschera: superindagato, ha l’impudenza di perseverare nel reato; andrebbe arrestato. E Menzognini?
    è quell’individuo che nel TG1 di qualche giornon fà ha fatto dire per ben 2 volte che lui non era indagato; che merda!

  9. Sono un abbonato RAI che tutti gli anni paga il canone covvinto che è necessario pagarlo per una TV pubblica che si deve occupare anche di cose che non hanno ascolti.
    Appunto perchè è una TV pubblica deve permettere a tutti di guardare tutte le trasmissioni,anche quelle che più danno fastidio a Berlusconi, per un fatto DEMOCRATICO.Io con il mio telecomando posso o no sceglere la trasmissione che desidero guardare senza che un amministratore o chi che sia si permetta di chiudere una trasmissione. Italiani volete aprire ancora una volta e finalmente gli occhi, non vi sembra che stiamo intrapedendo una via molto pericolosa? cioè l’istaurazione di un regime????? Chi è contro di me deve essere annientato.

  10. Minzolini ha usato l’editoriale del TG1 per difendere la sua personale posizione dopo le indiscrezioni sulle intercettazioni di Trani. Perchè non viene sanzionato per questo uso improprio del mezzo pubblico che noi sovvenzioniamo ?? E la multa dell’ AGICOM di ieri chi la paga ????

  11. Dare voce a chi ormai non può più parlare, è stata la più bella iniziativa di questi ultimi anni. Possono metterci il bavaglio, ma noi possiamo anche togliercelo, come ieri sera, e con intelligenza, dimostrare il nostro dissenso a questo potere che sta diventando una MONArchia, dove il popolo fatto di operai, pensionati, cassaintegrati, magistrati, giornalisti, non conta e soprattutto NON DEVE contare, altrimenti fa traballare il potere di un ometto che crede che l’ITALIA sia sua. Ti sbagli mio caro, l’Italia è di tutti noi, e se non ci fai parlare nelle televisioni perchè sono tue, nei giornali perchè sono tuoi,noi troveremo altri modi per dimostrare che non tutti gli italiani sono servi tuoi.

  12. signora RAI vergognatevi tutti per come vi state comportando,sono un ABBONATO da 30 anni oggi mi vergogno di aver pagato.IL servizio che mi date non vale il canone che pago.sapete cosa vuol dire PUBLICA?.GIORNALISTI non abbiate paura.Fare i lecchini non vi fa onore.

  13. Come iniziativa democratica va bene ma contro questa informazione non è sufficiente bisogna cambiare registro…………. propongo che chi paga il canone occupi la RAI

  14. Con un colpo solo e senza sborsare un euro, anzi noi italiani gli regaliamo soldi con il nostro abbonamento obbligatorio il dittatore fascista berlusconi si è accaparrato anche la TV di stato, ma di quale stato parliamo? Della repubblica delle banane, che risponde al nome di Italia

  15. QUESTA RAI, UN AZIENDA PUBBLICA DI DOMESTICI ASSERVITI AL PADRONE, SENZA PIU’ ALCUNA DIGNITA’, DIRIGENTI ORMAI PRONI DAVANTI AL POTERE RAPPRESENTATO DA UNA BANDA BASSOTTI ORMAI PRESENTE IN OGNI DOVE DI CUI ANCH’ESSI ORMAI FANNO PARTE…PENSO E SPERO CHE SIA STATO RAGGIUNTO IL PUNTO PIU’ BASSO E CONFIDO CHE SI POSSA SOLO RISALIRE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...