Lhc: nuovo record al Cern


Ringrazio Lanfranco Belloni per la pronta segnalazione:

Lucio Rossi del Dipartimento di Fisica, e Direttore del settore dei magneti e criogenia al CERN, ci comunica gli ultimi risultati:
” Questa notte l’acceleratore LHC, che è la nave ammiraglia del CERN, ha accelerato fasci di protoni, facendoli circolare in senso opposto, fino all’energia di 3,5 TeV per fascio.
Il sistema dei magneti ha funzionato molto bene, come anche il sistema criogenico alle temperature dell’elio liquido.
L’energia totale immagazzinata è stata di circa 2,5 GJ.

La salita a mezzo campo (3,5 TeV di energia di fascio ,corrispondente a un campo magnetico di dipolo di circa 4,15 T) è stata eseguita senza perdite significative di fascio, dimostrando l’estrema correttezza del modello di campo e l’accuratezza dei magneti.


LHC è stato bloccato dopo il serio incidente del 19 settembre 2008, e è stato rimesso in funzione nel Novembre 2009, raggiungendo l’energia di collisione record di 2 x 1,18 TeV nel Dicembre 2009.
Dopo uno stop tecnico di 2 mesi, per migliorare il nuovo Quench Protection System, gli ultimi mesi sono stati dedicati a installarlo e a renderlo compatibile con l’ambiente ad alto rumore della macchina.


Questo successo dei 3,5 TeV, che rappresenta una energia superiore di 3,5 volte al record stabilito al Tevatron del Fermilab, oltre 25 anni fa, rappresenta una pietra miliare. La comunità dei fisici delle particelle ha la possibilità di studiare collisioni stabili a 7 TeV nel centro di massa, già a partire dai prossimi giorni.
E’ poi previsto un lungo run di 2 anni, prima di un nuovo stop della macchina, che durerà per un anno, nel 2012, per effettuare un lavoro di consolidamento sulle splices di 13 kA. Questa massiccia campagna di consolidamento consentirà a LHC di raggiungere l’energia di 14 TeV nel centro di massa o 8,3 T nel dipolo principale, con circa 8 GJ di energia immagazzinata, come da progetto.

Press release del CERN:

http://press.web.cern.ch/press/PressReleases/Releases2010/PR05.10E.html

Articolo originale in inglese:

This night the CERN flagship accelerator, the LHC, has accelerated counter-circulating proton beams at 3.5 TeV per beam. The magnet system has performed very well as did its cryogenic system working at superfluid helium. The total stored energy was about 2.5 GJ. The ramp up to half field (3.5 TeV of beam energy corresponds to a magnetic field of the dipole of about 4.15 T) has been carried out without significant beam losses, showing the very good field model and accuracy of the magnets. The LHC was stopped after the serious incident of 19 September 2008, and it was restarted in November 2009, to reach record collision energy of 2×1.18 TeV in December 2009. After a technical stop of 2 months to improve the new Quench Protection System (n-QPS), the last months has been dedicated to n-QPS commissioning and to make it compatible with the high noise environment of the machine.
This success of 3.5 TeV, 3.5 times the previous more-than-25-years-old energy record of the Tevatron (Fermilab, USA) is the final milestone in the way to provide the HEP community with stable collisions at 7 TeV centre-of-mass, which should happen within days. Then a 2-year-long run is foreseen before to stop the machine for one year in 2012 to carry out the definitive consolidation on the 13 kA splices. This massive consolidation campaign will allow LHC the go to the design energy of 14 TeV centre-of-mass (or 8.3 T in the main dipole with about 8 GJ of stored energy).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...