Alemanno e quel figlio picchiato


Siccome politically correct non ho mai capito che confini abbia mi domando un paio di cosette, tanto per non mascherare il mio disappunto me proprio per capire se davvero c’è da essere dispiaciuti a proposito di quel figlioletto picchiato per errore.

Sì perchè papà Sindaco, ex Ministro, non viene certo da una tradizione tranquilla, dove qualche volta era lui a dare calcetti e scappellotti. Cose che possono succedere, ovviamente.  Stiamo parlando di una persona che è cambiata ma con un minimo di pena seria ora non farebbe più politica e forse sarebbe in allegra compagnia di avanzi sociali dispersi nelle patrie galere (tirava molotov capite?)

E scorretto mi pare giusto osservare, con il palato raffinato da olio d’oliva vergine ingurgitato di prima mattina, che qualcosa non torna proprio sulla sicurezza. Già, il tema della sicurezza, quel refrein politico a cui ci siamo abituati a ridosso di ogni campagna elettorale. E, ovviamente, ogni volta che governa la sinistra. Perchè, appunto, nel nostro paese non c’è sicurezza. Neanche a Roma, dove ora impera Alemanno. Volete proprio che dica: ah, bravo quello! Non sa neanche proteggere la sua famiglia! Come potrà proteggere una città?

One thought on “Alemanno e quel figlio picchiato

  1. Pingback: Alemanno e quel figlio picchiato | Feedelissimo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...