Dustin Hoffmann o Prosperini?


Penati parla di promozione turistica:

3 febbraio 2010. Prosperini ha buttato dalla finestra, col beneplacito di Formigoni, oltre sette milioni di euro del contribuente lombardo per fare alcuni spot sulle reti lombarde. Il turismo lombardo ai lombardi: pubblicità che nessuno si ricorda. Mentre ricordano tutti benissimo il faccione di Prosperini su tutte le tv locali. Altro che eccellenza lombarda, questo è vero sperpero di denaro. In questi giorni sulle reti Rai e Mediaset gira lo spot in cui Dustin Hoffmann promuove il turismo e le bellezze delle Marche. Una pubblicità che ha avuto un costo complessivo di circa un milione e 800mila euro. E, per di più, è un spot finanziato con risorse comunitarie relative ai progetti europei per la valorizzazione dei territori.  La somma comprende la realizzazione dello spot, l’ingaggio di Dustin Hoffmann e un migliaio di passaggi televisivi in prima serata sulle reti Rai e Mediaset. Dustin Hoffmann ha accettato di fare il testimonial nelle Marche memore di Alfredo Alfredo, il film che ha girato anni fa con la Sandrelli ad Ascoli Piceno. Noi potremmo chiedere a George Clooney, che vive sul lago di Como per gran parte dell’anno, di fare il testimonial per la Lombardia. Prosperini dichiara che, fosse per lui, si ricandiderebbe subito. E Formigoni non fa una piega. Altro che orgoglio lombardo, questa è una politica da vecchi notabili.

(Di Prosperini si occupa anche L’Espresso)

One thought on “Dustin Hoffmann o Prosperini?

  1. Come non essere d’accordo, e alla vostra descrizione dei fatti aggiungerei, se permesso….
    Non siamo per niente d’accordo con l’assessore al turismo della Regione Marche Vittoriano Solazzi, né tantomeno con il Direttore Artistico dello Stabile delle Marche, Gianpiero Solari, ma vedremo se di seguito, attraverso qualche ovvia delucidazione che cercheremo di elencare qui, possano eventualmente correggere quelli che noi riteniamo dei loro presunti grossolani errori.
    Teniamo innanzi tutto a sottolineare che non ci interessano le questioni politiche che purtroppo ben conosciamo e di cui non ci fidiamo affatto, da nessuna parte queste provengano.
    In stesso luogo non vogliamo ergerci a giudici, non è il nostro lavoro e c’è sicuramente qualcuno che lo fa o lo farà meglio di noi, se interpellato; comunque il tutto parte da una dichiarazione alla stampa dal medesimo…
    …. (ASCA) – Ancona, 4 gen – ”Davvero viene da sorridere, se non ci fosse da piangere, nell’assistere alla gara ingaggiata in questi giorni dagli esponenti del Pdl per criticare lo spot delle Marche interpretato dal premio Oscar Dustin Hoffman”.
    E’ il commento dell’assessore al turismo della Regione Marche, Vittoriano Solazzi, alle critiche dell’opposizione sulla scelta di uno spot promozionale della regione interpretato dall’attore americano… (L’articolo continua quì)
    Eh no, questa “mossa” non produrrà proprio un bel niente in termini di presenze, e cerchiamo di spiegare il perchè.
    Con il termine pubblicità si intende quella forma di comunicazione a pagamento, diffusa su iniziativa di operatori economici (attraverso mezzi come la televisione, la radio, i giornali, le affissioni, la posta, Internet), che tende in modo intenzionale e sistematico a influenzare gli atteggiamenti e le scelte degli individui in relazione al consumo di beni e all’utilizzo di servizi.
    Quindi cosa c’è “di consumo dei beni e utilizzo dei servizi in questa pubblicità?”
    Pubblicità progresso?
    Suvvia è tutta un’altra cosa.
    Crediamo invece che sarebbe più opportuno cominciare a fare un po’ di autocritica; si quella cosa che in questi casi non guasta mai, ma bisogna esserne capaci e solitamente questa rara qualità necessita di una grande intelligenza.
    In merito alla maggiore visibilità che secondo la dichiarazione dell’assessore avrebbero tratto dai canali delle reti nazionali, le testate giornalistiche più prestigiose si stanno occupando o della loro scelta, più o meno condivisa, e che ha scaturito un dibattito di alto livello al quale partecipano intellettuali e personaggi di chiara fama; beh, ci preme ricordare che qualsiasi pubblicità a qualunque costo non ha mai dato dei buoni risultati e di esempi ne è pieno il mondo.

    In definitiva se fosse vera la causale che tutto questo è stato ricercato, ossia si è voluta la contestazione per avere maggior visibilità, perchè prendersela o minacciare con eventuali denuncie coloro che l’hanno solo procurata per il bene sociale e non certo personale?
    No no, qualcosa non va.

    Cordialmente e grazie dell’ospitalità

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...