La prima vittima dell’Eta: fu una bambina di 2 mesi


(ANSA)- ROMA, 31 GEN -La prima vittima dell’Eta fu una bimba di 22 mesi, bruciata viva da una bomba esplosa il 27 giugno 1960 alla stazione Amara di San Sebastian. La rivelazione e’ del quotidiano spagnolo El Pais, che dedica tre pagine alla vicenda della piccola Begona Urroz e della sua famiglia. El Pais riporta come la morte di Begona sia stata legata ai primordi dell’Eta anche dagli autori del libro Vidas Rotas, mille pagine di storia appena pubblicato dall’editore Espasa di Calpe.

(vedi: la questione basca, l’Eta minaccia, duro colpo all’Eta)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...